Revenue Management

  • Stampa

revenue

 

Anche oggi tratteremo il tema del Revenue Management, cercando di approfondire gli aspetti che ti possono essere più utili.

Abbiamo già detto nello scorso articolo, che il Revenue Management è l’arte di vendere al prezzo più alto possibile quella data camera, in quel determinato momento. Il mercato, quindi, stabilisce quale sia il prezzo più alto. Fare revenue è riuscire ad allinearsi alla curva di domanda e sapere quando sia il caso di condizionarla.

La cosa straordinaria di questo concetto è che con il Revenue si possa condizionare la curva di domanda del mercato. La domanda cresce al diminuire dei prezzi, quindi, nei momenti in cui la sensibilità tariffaria è elevata, abbiamo margine per aumentare o diminuire la domanda utilizzando sapientemente la dinamica tariffaria.

Ricordati sempre che non esistono in assoluto prezzi alti o bassi, ma la percezione di essi. La percezione cambia a seconda di diversi fattori, come ad esempio la lontananza o l’avvicinarsi delle date di interesse; se si parla di fine settimana o di infrasettimanale; date di festività o eventi particolari e così via.

Anche se la percezione può essere condizionata da più fattori, possiamo dire che la sensibilità tariffaria è rappresentata da una curva.

Altri dati importanti, ma solitamente mal utilizzati, sono quelli forniti degli indici di redditività.

Spesso gli albergatori si basano sull’ADR (Average Daily Rate) o RMC (Ricavo Medio per Camera), ossia la tariffa media pagata per ogni camera venduta che si calcola dividendo l’INCASSO GIORNALIERO per le CAMERE VENDUTE. Ma dobbiamo sottolineare che questo non è l’indice di redditività più veritiero.
Facciamo un esempio:

Hai 50 camere
Il 15 aprile ne vendi 30
L’incasso giornaliero è di €2.700,00
Il RMC è 2.700/30= 90.

€90,00 a camera ad aprile potrebbero essere un prezzo soddisfacente. Ma vediamo nella realtà a quanto hai venduto, con l’indice di redditività più corretto, il REVPAR Revenue Per Available Rooms (profitto per camera disponibile) che si ottiene nel modo che segue: INCASSO GIORNALIERO/TOT/CAMERE. Quindi

2.700/50= 54

Come vedi il prezzo reale è sceso notevolmente. Sulla base del concetto spiegato la scorsa volta, che una camera vuota ha un costo, devo considerare tutte le camere per capire la situazione reale dell’azienda.

Il REVPAR, infatti, è l’indice di redditività più importante per l’albergo perché ne stabilisce il livello di salute in termini di revenue management. Stabilisce il valore economico di ogni singola camera su precisa base temporale.

Per oggi ci fermiamo a questi concetti per non mettere troppa carne al fuoco, ma se vuoi saperne di più, contatta Concave e avrai tutte le informazioni che desideri.